Fuori tutt*

Nel silenzio di un intero Paese, in Italia si continua a torturare. Lo strumento si chiama 41-bis, il carcere “duro” per prigionieri “speciali”.
Alfredo Cospito, anarchico, vi è attualmente rinchiuso e contro il trattamento che è riservato a lui e a quanti si trovano nella sua stessa condizione, ha iniziato uno sciopero della fame. La nostra passione per la Libertà ci impone di non voltarci dall’altra parte e di lottare contro ogni struttura carceraria e, nello specifico, contro il carcere duro, la tortura, imposta ad alcuni e alcune con il 41 bis.
Questa illustrazione che ho realizzata è dedicata ad Alfredo e a quant* sono privat* della loro Libertà.

Contattami con Telegram